Pronti, partenza, via!

25 Luglio 2021

Ed eccomi qua, a scrivere il mio primo post del mio nuovo blog.

Non è il primo che scrivo in assoluto ma è per certo il più importante. Perché è il primo di un progetto a cui tengo moltissimo: quello che renderà i prossimi anni i migliori della mia vita, e, spero, un po’ anche i tuoi.

Qualunque cosa tu possa fare, o sognare di fare, incominciala. L’audacia ha in sé genio, potere e magia. Incomincia adesso. – Johann Wolfgang von Goethe

Sono qui perché ho una missione da compiere: cambiare il mondo, e renderlo un luogo migliore dove abitare. Non perché io sia una persona particolarmente speciale, o forse sì, perché tutti lo siamo.

Semplicemente perché sono convinta che ogni cambiamento debba innanzitutto partire da noi. E che questo possa avvenire mettendo i propri talenti, competenze, abilità ed esperienza a fattor comune, al servizio di un bene comune.

Essere contributo a quel cammino di civiltà di cui Adriano Olivetti ha fatto un manifesto. Un sogno nel quale mi sono riconosciuta e che ora voglio contribuire a realizzare.

Il mondo è cambiato, c’è da ridisegnare il mondo

Il 2020 è stato uno spartiacque potente e inesorabile, che ha sparigliato il mazzo, facendo saltare ogni baluardo di certezza o presunta tale. E quando saltano i pilastri, ecco che ogni cattedrale inizia a perdere forma e a cambiare.

Il 17 marzo 2020, sul suo blog Steve Blank scriveva che era inconcepibile pensare di avere lo stesso modello di business di 30 giorni prima. In quel giorno, lo tsunami era solo all’orizzonte di pochi visionari. Poi ci ha travolto tutti.

La svolta è già avvenuta e ci riguarda tutti.

E quando il contesto cambia, è tempo di rivedere il progetto del proprio business e immaginare scenari alternativi innovativi, adatti al nuovo mondo, con l’opportunità di renderlo migliore.

Fare business è una faccenda complessa

Non solo il mondo è cambiato ma chiunque abbia un business oggi, o desideri intraprendere questo viaggio, deve anche affrontare una complessità crescente di un sistema super connesso, nel quale ci troviamo ad operare.

In questo momento ci sono oltre 4,5 Miliardi di persone connesse a Internet nel mondo. Molte tecnologie come l’AI e la robotica sono ormai mature e avranno un impatto dirompente sul nostro stile di vita. Il sistema è sempre più fluido, i confini sempre più indistinti.

Questo è il quadro nel quale siamo tutti chiamati a fare le nostre scelte di business, che, se sbagliate, ci faranno perdere risorse preziose. E noi non ce lo possiamo più permettere.

Il valore della diversità

Non possiamo risolvere i problemi con lo stesso tipo di pensiero che abbiamo usato quando li abbiamo creati. – Albert Eistein

Secoli di patriarcato ci hanno portato sull’orlo della distruzione di massa, anche perché abbiamo tutti abusato delle risorse del pianeta, nell’illusione di una crescita continua che non ha nessun presupposto perché possa avvenire.

Ma se vuoi ottenere qualcosa di diverso, devi agire diversamente: ed è qui che le donne possono fare la grande differenza. Perché la qualità dell’energia femminile è diversa, lo sono i modelli di pensiero, i valori di cui sono portatrici: cura, attenzione, empatia, senso di giustizia e di comunità. E un sano pragmatismo che oggi serve più che mai.

E non è femminismo tout court: è la consapevolezza che il potenziale di innovazione che esiste al mondo è ancora ampiamente sotto utilizzato perché abbiamo tutti agito per secoli un unico punto di vista. E gli effetti si vedono.

E poi l’innovazione si fa ai bordi, si estrae ai confini, dove le diversità e le energie si incontrano e creano qualcosa di nuovo.

Prepararsi alla sfida

Le donne devono scendere in campo. C’è da ridisegnare il mondo, ma oggi ci sono ancora troppo poche donne in posizioni apicali e di comando. È un tema di preparazione ma prima ancora di leadership, da costruire dal basso, con una strategia precisa.

Gli uomini ci devono aiutare perché la parità di genere è una causa comune, di tutti. Che crea valore per tutti. E che, come tutte le rivoluzioni, può iniziare solo dal basso, a partire da ognuno di noi.

Le istituzioni devono abilitarci a farlo, rimuovendo ostacoli e impedimenti, rendendo il cammino più semplice e davvero possibile.

Noi donne dobbiamo crederci, voler essere leader, prepararci per questo.

Occorre lavorare per uscire dal senso di inadeguatezza, dai modelli di pensiero limitanti: puntare sul merito e sulle competenze e su un agire coerente.

Ricerche dimostrano che le donne sono più vocate all’imprenditoria, così come per le materie economiche, scientifiche, tecnologiche. Eppure la presenza femminile nelle facoltà STEM è ancora risibile.

Sono le donne stesse ad autoescludersi perché non si sentono all’altezza. Eppure sono proprio queste competenze il bacino da cui si attinge per le posizioni di comando. Un cane che si morde la coda, un loop da interrompere al più presto, se vogliamo creare un futuro migliore.

Disegnare un nuovo futuro possibile

La strada da percorrere è chiara: occorre prendere esempio e ispirazione e agire tutte le leve possibili per uscire da quest’empasse.

Per farlo, occorre un’avanguardia di donne pioniere, audaci e preparate che vogliano diventare protagoniste del cambiamento, con passione e determinazione.

Il mio compito è proprio questo: aiutare le donne imprenditrici a fiorire, ispirandole ma anche aiutandole a prepararsi in maniera adeguata, mettendo le mie competenze e la mia esperienza di oltre 30 anni di lavoro a disposizione delle loro idee di business.

Se è vero (come è vero) che il mondo si cambia con la forza delle idee, non tutte le idee possono diventare un business, e ancora meno di successo.

Occorre conoscere il giusto metodo e dotarsi dei giusti strumenti per mettere a terra le proprie idee, imparare il linguaggio dell’innovazione.

Costruire una Community di persone, che vogliano intraprendere questo viaggio insieme a me e diventare protagoniste di questo cambiamento. Il mio scopo, la mia ambizione.

Cosa troverai in questo spazio

Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e canoscenza. – Inferno, Canto XXVI – Dante)

Ed ecco l’obiettivo di questo blog: darti contenuti di qualità che ti aiutino a crescere, ad alzare lo sguardo, per immaginare e creare nei fatti un futuro possibile. Per fare la grande differenza.

In questo spazio, ti parlerò di modelli di business, di pianificazione, di funding e soprattutto di mindset, introducendoti al linguaggio dell’innovazione.

Troverai spunti di riflessione, di ispirazione, strumenti di creatività intuitiva a supporto del tuo business per poter costruire un business allineato, autentico e distintivo.

Esempi concreti, esperienze reali di donne ardite che ce l’hanno fatta prima di te, superando i pregiudizi, le convinzioni limitanti di chi non credeva nel loro progetto. Donne del passato ma anche professioniste di oggi, da cui trarre e esempio e ispirazione.

Contenuti di valore colti dalla mia finestra sul mondo, tracce di futuro, tendenze e riflessioni su cui dirigere la tua attenzione per stare al passo e ampliare lo sguardo.

E di altro ancora che sarai tu a suggerirmi perché questo luogo è anche tuo.

Questo voglio fare: il segno che lascerò al mondo anche attraverso le idee che aiuterò a fare crescere, e che rimarranno dopo di me.

Ecco perché sono qui a scrivere il primo post del mio nuovo blog.

Se credi nel tuo business e se condividi questa entusiasmante sfida con me, allora questo spazio è per te.

Ringraziamenti dal cuore

Volevo fare un post breve e sintetico, non ci sono riuscita. Perdonami, il mio entusiasmo a volte è incontenibile.

Ma non potevo chiudere questo primo post senza ringraziare chi ha contribuito a tradurre il mio pensiero in un sito che non potevo immaginare migliore per me.

Ed ecco il mio fantastico team:

  • Anna Bassano: il mio specchio, che mi ha restituito la grandezza e la potenza della mia visione, quella che non mi sono mai data il permesso nemmeno di immaginare. Senza di lei nulla di tutto questo esisterebbe.
  • Laura Calascibetta: la mia immagine coordinata la devo a lei, che con la sua sensibilità e maestria ha saputo tradurre in colori e forme la mia essenza, cogliendone sfumature che non immaginavo nemmeno.
  • Giulia Russo: la sua arte e il suo sguardo mi hanno regalato uno shooting fotografico unico ed evocativo dei miei valori più profondi, restituendomi la grandezza della mia età.
  • Alessia Savi: la sua magia nei miei testi e nella SEO, un connubio di scienza e anima che solo lei è capace di regalarti, per me sempre esempio e ispirazione.

Last but not least: Ljuba e il suo team dalle cui preziose mani è uscito questo capolavoro. Ci abbiamo messo tanto perché è stato un anno assurdo ma anche perché lavorare con me e per me non è semplice. La mia asticella è sempre alta. Ma ci siamo riuscite e questo è ciò che conta.

Grazie di cuore a tutte loro.

Del resto si sa, quando le donne si uniscono, diventano irresistibili. Così si ridisegna il mondo e noi lo faremo insieme, a partire da qui.

Chi sono

Mi chiamo Manuela e sono una business designer e startup mentor. Ti aiuto a  trasformare la tua idea in un progetto di business unico e sostenibile. Scopri di piu…

Articoli correlati

Il valore dell’intenzione

L'intenzione precede l'azione e ne definisce i confini. Se poi hai un business, in fase di progetto la incontri in due momenti fondamentali. Se lo...

leggi tutto

Il potere dell’intuizione

Si sente spesso parlare di intuito e di razionalità, come se fossero modi distinti di interpretare la realtà difficilmente integrabili. In realtà è...

leggi tutto

Mi chiamo Manuela e sono una business designer e startup mentor. Ti aiuto a trovare o a trasformare la tua idea in un progetto di business sostenibile, che crei valore per te e per gli altri. Per fare questo, ti occorre un piano e un po’ di magia. Se vuoi scoprire come farlo, sono qui per te. Scopri di piu…

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *